Immaginari nell’era digitale**

Obiettivi del corso

L’obiettivo del corso è fornire gli strumenti utili a interpretare i mutamenti della Società nell’Era Digitale che viviamo. La trasformazione digitale ha mutato l’esistenza umana in ogni ambito, dalla costruzione identitaria alle relazioni umane, dalle dinamiche del lavoro alla politica globale. Il corso offre un percorso di studi che punta a illustrare le forme, i benefici e le problematiche legate a tale rivoluzione tecnologica e antropologica.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti del corso

Nella prima parte del corso si fornirà una panoramica su nascita e sviluppo dei vari media, dal Cinema alla Televisione fino ai Nuovi Media.
– Archeologia dei media
– Cinema e Divismo
– Televisione e Pubblico
– Internet e la nuova Era digitale
Nella parte restante del corso si forniranno gli strumenti per comprendere figure, archetipi o matrici radicate nell’immaginario collettivo, e si illustrerà come essi si ripropongono all’interno della nostra contemporaneità sotto nuove forme.
– Immaginari e Archetipi nell’Immaginario Collettivo
– Cinema e Propaganda
– Televisione e Videocrazia
– Da Platone a Facebook

Modalità Esame

L’esame orale finale si baserà sul testo “G. Nuccio Bovalino, Imagocrazia. Miti, immaginari e politiche del tempo presente, Milano, 2018, Meltemi” e sul commento di tre film, uno per ogni area tematica, scelti fra quelli indicati nella sezione Testi d’esame.

Per i frequentanti è prevista la possibilità di presentare un elaborato originale (scritto/orale) concordato con il docente.

Criteri di valutazione

Conoscenza sufficiente delle tematiche affrontate nel corso, accertata tramite esame orale, affiancata da competenza nell’uso del lessico e da chiarezza espositiva.

Risultati d'apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione:
al termine dell’insegnamento lo studente dovrà conoscere gli argomenti trattati sia in ottica generale che specifica della trasformazione della società contemporanea.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
lo studente sarà capace di distinguere i vari fenomeni nella realtà attuale comprendendo gli elementi caratterizzanti e risolvendo i problemi connessi.

Autonomia di giudizio:
esprimere il proprio giudizio rispetto alle dinamiche e ai problemi della società digitale e dei diritti-doveri correlati.

Abilità comunicative:
lo studente comunicherà efficacemente le questioni, le loro problematiche nonché l’individuazione delle soluzioni possibili e le dinamiche dei fenomeni mediatici.

Capacità di apprendimento:
lo studente sarà sollecitato ad approfondire gli argomenti per avere adeguate competenze che lo aiuteranno, una volta terminato il corso, a continuare a usare i metodi appresi anche in futuro e fuori dall’attività accademica.

Attività di apprendimento previste e metodologie di insegnamento

Lezioni ed esercitazioni.

Materiali di studio

Dispense, libri e film.

Testi d'esame

1. G. Nuccio Bovalino, Imagocrazia. Miti, immaginari e politiche del tempo presente, Milano, 2018, Meltemi.
2. Visione e commento di un film per ogni area tematica: Tecnologia e Futuro:
The Truman Show Gattaca
A. I. Intelligenza Artificiale The Social Network
The Circle
Violenza e crisi delle relazioni umane:
Salò o le 120 giornate di Sodoma Eyes Wide Shut
Arancia Meccanica Shame
The Joker
Ritorno alle Radici:
Apocalypto Into the wild Aspromonte
La Grande Bellezza

Didattica Innovativa

Per quanto riguarda le strategie di insegnamento, il corso si propone di realizzare: una riflessione critica in aula anche feedback costruttivi; momenti di discussione in plenaria e lavoro di gruppo; discussione dei problemi; analisi e attività critica sulle questioni analizzate a lezione, con una preponderante attività di collaborazione.

Terza missione

Obiettivi Agenda 2030
Il corso è funzionale al raggiungimento dei seguenti obiettivi dell’agenda 2030: – Punto 9. Costruire infrastrutture resistenti, promuovere l’industrializzazione sostenibile e inclusiva e favorire l’innovazione Sia le infrastrutture che l’industria sono importanti per supportare l’intero sviluppo economico e il nostro benessere divenendo sostenibili ed affidabili con lo sviluppo tecnologico e la ricerca. – Punto 16. Offrire un’educazione di qualità, inclusiva e paritaria e promuovere le opportunità di apprendimento durante la vita per tutti. – Punto 4. L’istruzione può davvero garantire ai giovani un futuro migliore. Un passo in avanti è fare in modo che tutti, uomini e donne, possano leggere e scrivere, eliminando ogni forma di discriminazione di genere e promuovendo un accesso paritario a tutti i livelli di educazione accompagnato da un’elevata qualità degli insegnanti.

Obiettivi UNIDA4Health
Il corso ha l’obiettivo di educare ad un uso di internet che consenta di informarsi nel modo più coscienzioso possibile e, altresì, di fornire gli strumenti utili a comprendere le insidie presenti nella rete da un punto di vista pratico e psicologico. Dunque, le lezioni diventano una modalità di divulgazione della terza missione nella prospettiva di diffondere la cultura del benessere.