Laboratorio di progettazione per la cooperazione internazionale

Obiettivi del corso

Obiettivo dell’insegnamento è di contribuire alla conoscenza delle dinamiche politiche-sociali attraverso l’esame storico del funzionamento dei diversi sistemi politico-internazionali. Il laboratorio intende fornire agli studenti strumenti utili ad affrontare l’attività di ricerca sul campo nella cooperazione allo sviluppo in modo da sviluppare le seguenti competenze: capacità di definizione di un progetto di ricerca nel Sud globale, padronanza degli strumenti qualitativi della ricerca sul campo e competenza nell’individuazione e applicazione della metodologia prescelta, comunicazione in forma scritta e orale del proprio progetto di ricerca.

Prerequisiti

Per frequentare proficuamente il Corso in laboratorio di progettazione per la cooperazione internazionale, il candidato all’iscrizione deve aver maturato conoscenze e competenze di base nel campo delle discipline storiche. Deve inoltre possedere competenze di base di tipo storico che lo rendano capace di comprendere i fenomeni culturali nel loro sviluppo temporale. Conoscenze in materia di geografia dello sviluppo (consigliato) e competenze di base in politica economica.

Contenuti del corso

Il programma offre conoscenze interdisciplinari e strumenti operativi per l’analisi e l’interpretazione dei contesti dei paesi emergenti e per la gestione di programmi e progetti per la pace e per la cooperazione internazionale allo sviluppo. Verranno esplicati i concetti di cultura, modelli culturali, cultura sub-alterna.

Modalità Esame

L’esame è in forma orale e verterà nel verificare che lo studente abbia acquisito le conoscenze e le competenze necessarie per discutere criticamente dei temi di cooperazione inerenti i progetti delle diverse aree internazionali prese in esame.
La valutazione si basa sulla partecipazione attiva al Laboratorio e la stesura e presentazione di un breve progetto di ricerca sul campo.

Criteri di valutazione

La conoscenza e la capacità di comprensione, l’autonomia di giudizio, ovvero la capacità di senso critico e formulazione di giudizi, la capacità di comunicazione.

Risultati d'apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscenza e capacità di analisi dei diversi modelli di programmazione e progettazione didattica in relazione a diversi approcci teorici di riferimento, al fine di sviluppare conoscenze interdisciplinari e acquisire strumenti metodologici funzionali a progettare, coordinare ed eseguire interventi di cooperazione internazionale nei settori dello sviluppo economico. Promuovere riflessioni critiche in aula attraverso l’utilizzo di gruppi di lavoro.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Capacità di analisi critica delle fasi di un contesto geografico e politico di riferimento, prendendone in esame obiettivi, metodologie e modalità di verifica e valutazione, a partire da esempi concreti e dalle teorie presentate, in relazione agli attori della governance globale, analizzando le principali questioni geopolitiche, la diffusione dei processi di democratizzazione, le istituzioni dei paesi emergenti, le politiche di cooperazione delle istituzioni internazionali, le politiche di sviluppo economico.

Autonomia di giudizio
Acquisizione di conoscenza e analisi critica dei diversi modelli di valutazione e di autovalutazione dei processi e degli esiti della progettazione conseguendo un autonomia di giudizio delle dinamiche culturali e politiche internazionali. Lo studente di questo Corso sarà in grado di raccogliere ed interpretare tutti i dati utili per analizzare correttamente i fenomeni che costituiscono l’oggetto principale di studio. Gli consentirà di maturare giudizi autonomi e di sviluppare la capacità critica necessaria per proporre con piena consapevolezza soluzioni adeguate ai problemi che si troverà ad affrontare.

Abilità comunicative
Conoscenza e l’analisi delle diverse prove di verifica, in relazione agli obiettivi formativi e alle metodologie didattiche, alla luce di esempi concreti e delle teorie presentate rafforzando le capacità comunicative ed espositive di gruppo. Il Corso di laurea intende sviluppare le abilità comunicative curando in modo particolare la capacità di espressione sia scritta che orale.

Capacità di apprendimento
Capacità di elaborare un’adeguata documentazione didattica per predisporre strumenti di valutazione del processo di cooperazione internazionale sia a livello teorico che pratico. Il corso è articolato in modo da potenziare le capacità di apprendimento degli studenti. Tali competenze saranno acquisite attraverso lo studio di testi di crescente complessità e specificità, tramite gli approfondimenti, sia di natura teorica che applicativa.

Attività di apprendimento previste e metodologie di insegnamento

Presentazioni da parte del docente, discussioni guidate, giochi di ruolo, attività in aula ed elaborazione ed esposizione di un progetto da parte degli studenti. Il corso prevede la suddivisione dei corsisti in gruppi di lavoro e l’assegnazione di argomenti specifici da sviluppare in maniera combinata attraverso l’interazione del singolo con il gruppo di appartenenza e con gli altri gruppi.

Materiali di studio

Testo di riferimento e slides

Testi d'esame

Materiali didattici (testi, articoli scientifici e altre letture) verranno proposti durante il Laboratorio sulla base delle esigenze e degli interessi degli studenti.
– La cooperazione internazionale allo sviluppo, di Federico Bonaglia De Luca Vincenzo edito da Il Mulino, 2006;
– La crescita delle nazioni, fatti e teorie, di Vittorio Daniele edito da Rubettino, 2008
– Economia e politica della cooperazione allo sviluppo, di Mauro Mellano Marco Zupi edito da Laterza, 2007;
– Strategie di sviluppo e aiuto internazionale. Le proposte africane. Atti del convegno (Milano, giugno 2005) edito da Mondadori Bruno, 2006;

Didattica Innovativa

Tecniche simulative, in cui troviamo il role playing (gioco dei ruoli) per l’interpretazione e l’analisi dei comportamenti e dei ruoli sociali nelle relazioni internazionali per lo sviluppo e la cooperazione. Tecniche di analisi della situazione che si avvalgono di casi reali; qui troviamo lo studio di caso, attraverso il quale si sviluppano le capacità analitiche e le modalità di approccio ad una situazione o a un problema.

Piattaforma elearning messa a disposizione dall’ateneo per le lezioni a distanza.

Terza missione

Obiettivi Agenda 2030
Gli obbiettivi dell’agenda 2030 mirano a rafforzare l’uguaglianza di genere e l’istruzione di qualità. Attraverso metodi didattici innovativi il corso di studi fornisce gli strumenti necessari per conseguire un lavoro dignitoso e sostenere la crescita economica riducendo le diseguaglianze. L’obiettivo consiste nel costruire società democratiche e stabili, eque e inclusive assicurando uno sviluppo sostenibile attraverso la cooperazione internazionale.

Obiettivi UNIDA4Health
La terza missione mira a migliorare il benessere psicofisico degli studenti attraverso la promozione e l’integrazione. Attraverso seminari dedicati, percorsi laboratoriali, l’interazione dinamica, l’alternanza tra gruppi di lavoro e attraverso il contributo multidisciplinare di diversi insegnamenti, verrà affrontato il tema della salute.

Archivio Materiale Didattico